Main partner:

Xaxis lancia "Politics", il programmatic buying ottimizzato per le elezioni USA

Se “online” è stata la parola-chiave delle elezioni di Obama, le Presidenziali americane del 2016 promettono di essere le prime sotto il segno del programmatic

di Simone Freddi
10 novembre 2015
xaxis-square

Se “online” è stata la parola-chiave delle prime elezioni di Obama, le Presidenziali americane del 2016 promettono di essere le prime sotto il segno del programmatic.

Non solo alcune big dell’ad-tech, come Rubicon Project, hanno aperto uffici a Washington proprio per lavorare a stretto contatto con i team elettorali dei candidati. I player del settore sono anche impegnati nello sviluppo di soluzioni sviluppate ad hoc per un settore delicato che offre non pochi problemi anche in relazione alla privacy.

La piattaforma di programmatic buying di GroupM, Xaxis, sta a questo proposito lanciando un nuovo prodotto chiamato Xaxis Politics, una soluzione di programmatic buying targettizzata sviluppata per raggiungere gli elettori americani su tutti i canali digitali senza usare dati personali sensibili.

La soluzione è stata sviluppata sulla base di una collaborazione con HaystaqDNA, una società di analytics utilizzata in passato anche dallo staff di Obama, in grado di trovare corrispondenze tra informazioni offline e identificativi anonimi online, in modo da sgombrare il campo da dati personali sul web.

Il sistema utilizza poi la DMP di Xaxis, Turbine, per inviare messaggi targettizzati e rilevanti ai cluster individuati attraverso campagne cross-channel, che possono essere ulteriormente raffinate e ottimizzate in base alle interazioni degli utenti.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette