Main partner:

La pubblicità mobile in-app accompagna gli utenti dalla mattina fino alla notte

Lo rivela una ricerca di Drawbridge, che ha analizzato 1,9 mila miliardi di richieste pubblicitarie mobile in-app effettuate sulla sua piattaforma tra il primo gennaio e il 31 marzo

di Cosimo Vestito
19 maggio 2016
Mobile_generica

A livello globale, la maggior parte delle richieste pubblicitarie in-app da dispositivi basati su Android e iOS avviene tra le 7 e le 22 nel corso della settimana, è quanto emerge dalle attività avvenute sulla piattaforma di Drawbridge. In generale, iOS varia maggiormente nelle richieste rispetto ad Android.

L’azienda ha analizzato 1,9 mila miliardi di richieste pubblicitarie mobile in-app effettuate sulla sua piattaforma tra il primo gennaio e il 31 marzo. Queste attività possono essere considerate come un indicatore dell’utilizzo delle app e dell’utilizzo complessivo del mobile: più le persone usano i loro dispositivi, più le persone utilizzano le app e quindi più sono le app che richiedono pubblicità.

Nei giorni settimanali, i dispositivi basati su iOS hanno richiesto una quantità di annunci al di sopra della media tra le 8 e le 21, con meno richieste avvenute nella notte. Nei fini settimana, il volume di richieste di questa categoria di utenti è stato molto simile, ma la finestra temporale si è estesa dalle 7 alle 22. Per quanto riguarda i dispositivi basati su Android, le ore di punta erano le stesse nei fini settimana ma, nei giorni feriali, richiedevano più inserzioni in-app tra le 6 e le 23.

mobile-in-app-advertising-request

Il comportamento dei dispositivi iOS si è dimostrato più estremo paragonato ad Android; infatti le richieste sono oscillate da un picco di quasi 34% oltre l’indice nelle sere dei giorni settimanali fino ad un minimo di circa la metà della media durante le prime ore del mattino. Per i dispositivi Android si è registrata una minore variazione.

Altri dati forniti da Nielsen hanno registrato che la porzione del tempo medio giornaliero passato con gli smartphone è più alto tra le 7 e le 19 tra gli adulti americani. Inoltre, la quota del tempo medio giornaliero con gli smartphone è più alto in paragone ad altri dispositivi, come pc, tablet e tv connessa.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette