Main partner:

GroupM: Andrea Di Fonzo diventa Managing Director di Mediacom

Il manager lascia l’incarico di Chief Digital Officer di GroupM e va a rafforzare la centrale guidata da Zeno Mottura, con responsabilità diretta del team dedicato a Nestlè Italia. La nomina rientra nell'”agency empowerment” varato della media holding di WPP. Al momento non è previsto un avvicendamento nel precedente incarico

di Simone Freddi
10 dicembre 2014
Di-Fonzo-Andrea-GroupM

GroupM, la media holding di Gruppo WPP, ha ufficializzato oggi (mercoledì) che Andrea Di Fonzo, dal 2010 Chief Digital Officer del Gruppo, lascia questo incarico per assumere quello di Managing Director di Mediacom, andando quindi a rafforzare la centrale guidata dal Ceo Zeno Mottura.

L’operazione va letta anche nel quadro di forte crescita della sigla, che nel 2014 ha conquistato la fiducia di una serie di nuovi importanti clienti, da Coca-Cola Italia a Nestlè, Passando per eBay.

All’interno del nuovo ruolo, Di Fonzo avrà la responsabilità diretta del team appositamente creato per Nestlè Italia, con cui si sta mettendo a punto una strategia 2015 improntata a un uso molto avanzato del digitale, specie in rapporto agli standard del mass-market.

Più in generale comunque, Di Fonzo si occuperà di potenziare la vision nell’area digital di Mediacom, formando con Zeno Mottura, altro manager di estrazione spiccatamente digitale, una coppia di vertice dal posizionamento piuttosto inedito nel panorama italiano dei centri media. «Siamo la prima media agency sul mercato italiano con una prima linea così digitale, integrata ed internazionale. Tre elementi chiave per guidare i nostri clienti nelle sfide del futuro», ha sottolineato lo stesso Mottura.

«Unirmi a Mediacom – ha commentato invece Di Fonzo – è una bellissima opportunità. E’ un agenzia con un potenziale incredibile, un network internazionale fortissimo ed un eccezionale team in Italia. Il mio commitment sarà quello di portare il mio mindset digitale e tecnologico e renderlo ancora più “rotondo”, declinandolo su tutti i media, anche quelli tradizionali».

Qualche curiosità riguarda il destino di GMI, la branch digitale “trasversale” di GroupM presentata lo scorso aprile e posta sotto la diretta responsabilità di Andrea Di Fonzo. Al momento, non è infatti prevista la nomina di un nuovo Chief Digital Officer di Group M.

Il passaggio di Di Fonzo in Mediacom, riporta il comunicato diffuso oggi dalla società, si affianca all’ulteriore crescita della prima linea digitale di GroupM, guidata da Paola Colombo (Managing Director di Xaxis), Giovanna Loi (Head of Digital Trading e Programmatic), Andrea De Togni (Head of Data & Tech) e Gianpaolo Vincenzi (dallo scorso ottobre Managing Director di Quisma).

La sigla GMI, ci hanno fatto sapere da Group M, non verrà abbandonata, e continuerà a rappresentare i servizi digitali del Gruppo a servizio delle varie agenzie. La mancanza di un preciso vertice di riferimento nel ruolo di Chief Digital Officer lascia però intendere un cambio di strategia per la struttura, non più identificata con una figura di primo piano del Gruppo (Di Fonzo faceva, e continuerà a fare, parte del Board di GroupM).

Del resto, lo stesso comunicato con cui si annuncia la nuova carica di Di Fonzo, sottolinea come la nomina si inserisca all’interno di un “nuovo corso” di GroupM definito “agency empowerment“, nome che parrebbe implicare la volontà di spingere sullo standing e sulla distintività delle singole agenzie. In questo senso, MediaCom avrebbe senz’altro nella vicinanza con le frontiere più spinte dell’innovazione digitale la propria peculiarità.

Andrea Di Fonzo è entrato in GroupM nel 2007 e dal 2010 ha ricoperto il ruolo di chief digital officer. Membro del board di GroupM Digital EMEA e di H-art, è stato in passato consigliere di IAB e di Audiweb. E’ Docente di Industry Structure of Digital Communication alla Bologna Business School. «Sono particolarmente contento che un talento cresciuto nel gruppo continui con noi il suo percorso professionale», ha detto Massimo Beduschi, ceo e chairman di Group.

Il programmatic nella tua e-mail. Ricevi gratuitamente la nostra newsletter

Le più lette